Un metodo alternativo per far posto nella cameretta

I regali di Natale sono arrivati e l’albero è stato smontato. Resta il bel ricordo degli occhi scintillanti dei bambini che scartano i pacchetti colorati. E restano anche i nuovi giocattoli ricevuti in dono, a cui trovar posto in casa.

Il pensiero di sbarazzarsi dei giochi e dei libri vecchi non piace affatto ai nostri figli, e neppure a noi. Quasi ogni oggetto ha una storia, per cui è difficile separarsene. E allora?

La felicità dei bambini non dipende dalla quantità di giocattoli che possiedono, anzi: una cameretta sgombra e ordinata favorisce la creatività, lasciando maggiore spazio alla fantasia.

Inoltre abbiamo notato che spesso i bambini prendono dagli scaffali un giocattolo dopo l’altro, senza però usarlo veramente. Ben presto, infatti, si lasciano distrarre da qualcos’altro, oppure iniziano ad annoiarsi.

Liberare la cameretta

All’insegna del motto «Qualità, non quantità» abbiamo dato il via alle operazioni di sgombero.

Così come quando si tratta di riordinare, anche in questo caso abbiamo cercato di rendere la cosa divertente, cogliendo l’occasione per creare la nostra piccola ludoteca e biblioteca personale! Insieme ai bambini, abbiamo dunque liberato la cameretta da tutti (e intendo proprio TUTTI) i giocattoli, i libri e i peluche, sistemandoli in cantina secondo un ordine tematico (p.es. macchinine, mattoncini per costruzioni).

L’operazione di sgombero ha gettato la casa nel caos per alcuni giorni, ma alla fine ne è valsa la pena, se non altro per godersi l’espressione di stupore dei bambini nel vedere la loro cameretta completamente svuotata. «Ma possiamo usare ancora i nostri giocattoli?» ci hanno chiesto con una punta di panico.

La nostra biblioteca e ludoteca personale

Abbiamo spiegato ai figli il sistema della ludoteca e biblioteca, ricevendo in cambio sguardi sbigottiti. Ma subito dopo sono arrivate le prime richieste di prestito. I bambini possono prelevare al massimo dieci oggetti alla volta o una cesta di giochi. Proprio come in una vera ludoteca o biblioteca, il prestito ha una scadenza, al termine della quale il giocattolo deve essere restituito e i bambini possono prendere qualcos’altro. L’obiettivo è scoprire quali giochi vengono effettivamente usati e di quali, invece, in futuro sarà possibile disfarsi.

E i vantaggi non sono finiti: la cameretta adesso non è soltanto più vuota, ma anche riordinarla richiede molto meno tempo. Infine, questo metodo consente ai bambini di concentrarsi su un giocattolo per volta, divertendosi senza distrazioni. Tenere il caos lontano dalla cameretta è una lotta costante e per noi significa non abbassare mai la guardia!

Andreas, blogger Hello Family