Il compleanno dei bambini – atteso con ansia dai piccoli, temuto dai genitori

Ce l'abbiamo fatta. Per quest'anno abbiamo festeggiato i compleanni dei nostri due figli. Ne rimangono un'infinità di foto, tanti regali, ma anche due genitori stremati.

Prima delle fatidiche date ci siamo chiesti per settimane quante persone invitare, se festeggiare a casa o altrove, se organizzare o meno una festa a tema e quanti/quali giochi organizzare. In questo caso affidarsi ad Internet è un po' come cercarvi informazioni su malattie, sintomi & Co.: si viene travolti da una tale ondata di consigli, suggerimenti, resoconti e idee che si finisce per girare in tondo con le idee ancora più confuse di prima. Non c'è quindi da stupirsi se gli operatori specializzati nell'organizzazione di compleanni per bambini sono più richiesti che mai – nel dubbio, meglio affidarsi a un professionista. 

Alla fine abbiamo deciso di festeggiare a casa e, per quanto riguarda il numero degli invitati, abbiamo seguito la regola «un bambino per ogni anno compiuto + 1». Sappiamo bene che già l'anno prossimo tutto potrebbe essere diverso, ma – anche considerati i compleanni a cui sono invitati i nostri figli – ci pare che per il momento siano di nuovo in voga le feste organizzate secondo il principio «meno è meglio». Solo il dolce sembra sottrarsi a questa logica: la classica torta marmorizzata non basta più – ce ne vuole come minimo una a forma di pallone da calcio, nave dei pirati o castello delle principesse. Chi non è in grado di prepararla da sé si rivolge al pasticciere o a qualche conoscente dalle mani d'oro.

Bambini in età da nido o da asilo: otto idee per una festa di compleanno ben riuscita

  • Avere troppa gente attorno è fonte di stress sia per i bambini che per i genitori: non invitate quindi troppe persone.
  • Per festeggiare sono sufficienti dalle due ore alle due ore e mezza.
  • Per aiutare i piccoli ospiti a rompere il ghiaccio e sentirsi a loro agio, in apertura proponete loro un'attività di bricolage semplice e breve (ad es. decorare un cannocchiale fatto con rotoli di carta igienica che servirà per la caccia al tesoro oppure un sacchettino regalo.
  • Festeggiato a parte, il protagonista della festa è e rimane il dolce, che alcuni dei nostri ospiti hanno preteso non appena arrivati.
  • Una bella caccia al tesoro – da organizzarsi all'aperto, a prescindere dal tempo – è sempre gradita.
  • Preparate giochi a sufficienza*! Vi saranno indispensabili non da ultimo per calmare una banda di piccoli scatenati o per vivacizzare la festa quando inizia a languire. Occorrono però anche degli intervalli di tempo da dedicare al gioco libero. Meglio fare qualche preparativo di troppo che non arrivare impreparati. 
  • Chiedete ai genitori dei piccoli ospiti di portare un unico regalo – se possibile, mettetevi d'accordo con il debito anticipo.
  • Per riuscire a tenere a bada la banda e reagire con prontezza in caso di emergenze, è bene vi siano almeno due adulti.

Organizzare il compleanno di un bambino è una vera sfacchinata, ma basta veder luccicare gli occhi del festeggiato a fine festa per scordarsi tutti gli sforzi compiuti. Per quanto ci riguarda, l'anno prossimo ci tufferemo di nuovo in questa impresa! 

* Un gioco assolutamente imperdibile: Smarties avvelenati. Dopo aver versato su un pezzo di stoffa 8-10 Smarties, uno dei bambini si allontana e gli altri decidono quale degli Smarties è «avvelenato». Il bambino andatosene torna e mangia una lente di cioccolato dopo l'altra fino a trovare quella «avvelenata». Questo gioco saprà entusiasmare tutti, a prescindere dall'età.

Andreas, blogger di Hello Family