Il compleanno dei bambini non deve essere uno stress!

Quando i figli sono ancora piccoli ci si immagina i compleanni come feste gioiose. I giochi divertenti con gli amichetti, l’assaggio della torta, le ghirlande e i volti sorridenti dei bambini, per una giornata indimenticabile seguita da una serata rilassante passata a scambiarsi i ricordi più belli.

Ma la realtà delle feste di compleanno è spesso ben diversa, soprattutto in una fascia di età molto specifica: i bambini dai tre ai cinque anni hanno tutta una serie di esigenze, talvolta inconciliabili tra loro. Qualcuno non vuole giocare, altri bisticciano, uno vuole tornare a casa, l'altro si è sbucciato il ginocchio, alcuni si annoiano e altri ancora non mangiano la torta.

Ma non bisogna scoraggiarsi.

Con tanta organizzazione e una buona pianificazione, niente è impossibile!

  • Anche se i bambini inizierebbero a organizzare la prossima festa con undici mesi e mezzo di anticipo, due settimane di preparazione saranno più che sufficienti. Dove si terrà la festa? Ci sarà un tema? E chi sarà presente? Gli inviti vanno spediti subito, magari realizzati o colorati dai bambini stessi. Stampate svariate copie del testo e incollatele al cartoncino così decorato. 
  • Esiste una regola non scritta che recita: «Invitate al massimo tanti bambini quanti gli anni del festeggiato». Chi l’ha inventata era certamente una persona molto saggia.
  • Se possibile, NON fate tutto da soli. Cercate aiuto: qualcuno quasi certamente ve lo darà. E i vostri nervi ringrazieranno. 
  • I semplici lavoretti manuali tengono a bada l’eccitazione dei piccoli e sono ideali per iniziare la festa con il piede giusto. In più, ogni bambino avrà qualcosa da portarsi a casa in ricordo. 
  • Su internet troverete tantissime proposte di giochi per feste di compleanno. Fate qualche ricerca e preparate in anticipo una piccola lista. A volte, comunque, i bambini preferiscono il gioco libero: in questi casi lasciateli fare e non cercate di imporre nulla.
  • All’apertura dei regali non ci sarà modo di contenere il festeggiato: i pacchetti verranno scartati in tutta fretta uno dopo l’altro, senza quasi badare a chi li ha donati. Un gioco della bottiglia riporterà un po’ di tranquillità dopo il trambusto.
  • Le torte a tema sono sicuramente molto simpatiche e, se vi piacciono, non esitate a proporne una. Per esperienza, però, so anche che spesso le torte avanzano quasi per intero. Una torta più semplice o dei muffin andranno quindi più che bene. 
  • Ci sarà sempre qualche bambino che si annoia o non vuole giocare con gli altri. Proponete loro di fare da spettatori, applaudendo e facendo il tifo per gli amichetti, oppure di dare una mano. In questo modo, si sentiranno comunque coinvolti. 
  • Chi invita i piccoli ospiti ne è anche responsabile. Soprattutto se si decide di portare la truppa da qualche parte, per esempio nel bosco, al parco giochi o allo zoo, è sempre bene avere con sé una piccola borsa dei medicinali. 

Nadja, blogger di Hello Family