Il bagnetto

Fare la prima volta il bagnetto a un neonato è piuttosto stressante, sia per voi, sia per il vostro bebè. Ma se vi prenderete tutto il tempo necessario e preparerete tutto ciò che occorre, presto sarà un'attività molto piacevole per entrambi.

Con la giusta calma e preparazione il bagnetto si trasforma in un divertimento anche per i neonati.

Dopo un paio di settimane dalla nascita, per molti genitori e per molti bebè il bagnetto è uno dei momenti più importanti della giornata! Considerate però che un bagno completo al giorno non è affatto necessario: è più sufficiente se farete fare al bebè da uno a tre a bagnetti a settimana. Tra un bagno e l'altro potete lavare il bambino semplicemente con un panno o con una spugnetta.

Al caldo, in una vaschetta comoda

I neonati sentono rapidamente freddo, perciò dovreste lavare il bebè in una stanza calda (almeno 22 °C, meglio ancora se 24 °C, eventualmente con l'ausilio di una stufetta elettrica o una lampada a infrarossi) e senza correnti d'aria. Come temperatura dell'acqua è ottimale 37°C, ovvero la temperatura corporea.

L'ideale per il bagnetto è una vaschetta per neonati. La vasca dovrebbe stare su una superficie stabile, piana, ad un'altezza confortevole per voi, in modo tale che non vi dobbiate piegare, perché non fa bene alla vostra schiena. Le speciali vaschette per il bagno sono molto pratiche e sicure. Eventualmente, se necessario, potete usare anche una grande catinella pulita o il lavello del bagno o della cucina. I rubinetti dovrebbero essere sempre avvolti in un asciugamano, in modo tale che il bambino non rischi di farsi male.

Una presa sicura

Utilizzate prodotti delicati, ipoallergenici con qualità emollienti e senza sostanze conservanti, oppure speciali prodotti per la cura dei neonati.

Durante il bagnetto dovreste sempre tenere il bambino; specialmente con acqua in cui è stato messo olio detergente o bagnoschiuma potrebbe accadere che il bambino scivoli e finisca con la testa sotto l'acqua. La cosa più sicura è passare un braccio dietro la testa del bambino e tenerlo poi alla parte superiore del braccio. In tal modo poggia la nuca sul vostro avambraccio sinistro (se siete mancine sul vostro avambraccio destro) e la testa non può più finire sott'acqua. Per non prendere freddo, il bimbo dovrebbe essere immerso nell’acqua fino all’altezza delle spalle.

Con la mano libera potete ora lavare il bambino. Se avete già acquisito una certa dimestichezza, potrete anche girare il bambino mettendolo a pancia in giù, prestando però sempre attenzione che il visino sporga dall’acqua. 

Lavaggio dei capelli

Da ultimi vanno lavati i capelli del bebè; di tanto in tanto potete utilizzare anche uno shampoo delicato per bebè, soprattutto se sul cuoio capelluto sono ancora presenti tracce di crosta lattea. Quindi devono essere asciugati velocemente, perché la testa bagnata fa perdere molto calore. Se il moncone del cordone ombelicale è ancora attaccato o l'ombelico è ancora umido occorre prestare molta attenzione nell'asciugarlo. La cosa migliore è ricorrere a un asciugacapelli. Importante è saper controllare bene il calore, e proteggere l'asciugacapelli da eventuali getti di urina da parte del bambino (pericolo di scossa!)

Dopo il bagnetto

Se il vostro bambino ha una pelle molto secca dopo il bagnetto potete spalmargli sulla pelle olio di jojoba, di mandorla, o una lozione per neonati. Non è consigliabile l'uso di talco per bambini assieme a creme o lozioni, perché secca la pelle e può causare irritazioni. Infine potete anche tagliargli le unghie delle mani e dei piedi, se necessario.

Il momento migliore

Fare il bagnetto è rilassante e ha un effetto calmante. Perciò è consigliabile fare il bagnetto al bambino prima di metterlo a dormire, ma non subito dopo un pasto, o quando il bambino è stanco o affamato. Per un bambino che ha fame e che strilla impaziente, il bagnetto diventa una tortura, mentre un bebè sazio con il bagnetto diventa di nuovo vivace ed eccitato.


swissmom e Hello Family

I consigli per la famiglia di Hello Family sono stati redatti in collaborazione con swissmom, il portale informativo su gravidanza, parto, neonati e bambini.

Vai al sito di swissmom