Casa sicura per il bambino

Soprattutto durante i primi due anni di vita i bambini imparano quasi ogni giorno qualcosa di nuovo. Non di rado i genitori si sorprendono a ogni ulteriore fase di sviluppo del loro piccolo.

Dalle prese elettriche all'armadietto dei detersivi, ogni abitazione nasconde dei pericoli per il bambino.

Infatti, non si aspettano che il loro bambino raggiunga il bollitore, apra lo sportello del forno oppure riesca ad aprire il rubinetto dell’acqua calda. Ogni periodo di vita di un bambino è nuovo ed entusiasmante per i genitori, sebbene ogni fase di sviluppo possa celare per lui contemporaneamente anche il pericolo che si ferisca. Un atteggiamento previdente aiuta a prevenire gli infortuni. Prima di attuare qualsiasi misura di prevenzione, sarebbe opportuno tenere presente innanzi tutto le seguenti fasi di sviluppo.

L’ideale è di rendere sicuro fin dall’inizio l’appartamento, e in particolar modo la camera dei bambini. In tal modo si ridurranno infatti i rischi di dovere subire piccole sgradite sorprese. Una sicurezza pari al cento per cento purtroppo non esiste, però, grazie ad alcuni semplici accorgimenti, il rischio di un infortunio può essere ridotto notevolmente. 

Al più tardi nel momento in cui il piccolo riuscirà a muovere qualche passo, ci si dovrebbe mettere a carponi, per essere all’altezza di un bambino, ed effettuare in questa posizione un viaggio di scoperta del proprio appartamento. Rimarrete sorpresi di quante cose sono alla portata di un bimbo.

A cosa prestare attenzione

Assicurare le scale, le porte e i balconi con un cancelletto (reperibile in commercio). alto perlomeno 1.20. Le sbarre dovranno essere strette in modo tale che il bambino non vi possa infilare la testa. Per chi abita in una casa vecchia, le sbarre della scala di casa probabilmente saranno troppo larghe!

Assicurarsi che le finestre siano accostate, che non vi siano correnti d’aria e, aspetto particolarmente importante, che chiudano bene in modo che vostro figlio non possa cadere fuori.

Evitare tappeti o stuoie che scivolano e fare attenzione ai cavi elettrici. Si tratta, infatti, di pericolosi punti in cui inciampare, soprattutto di notte quando c'è poca luce.

Posare un pavimento antisdrucciolo che sia facile da pulire.

I mobili imbottiti non dovrebbero essere di materiale infiammabile.

Nella culla posizionare il materasso in basso, in modo tale che il bambino non possa cadervi fuori. La distanza tra le doghe del materasso e il bordo superiore della culla non dovrebbe essere inferiore ai 60 cm. Se un giorno il bambino dovesse sollevarsi nella culla, montare eventualmente una rete di protezione. Non utilizzare cuscini o copriletto di piume poiché vi è il rischio che il bebè soffochi. Il lettino con le sponde non dovrebbe essere provvisto di corde, cinture o lacci e la distanza fra le sbarre non dovrebbe essere superiore ai 7 cm.

I bordi taglienti dei tavoli possono essere resi meno pericolosi applicandovi dei cerotti. A tavola, non lasciare mai il bambino seduto da solo sul seggiolone (vi è il rischio che si sbilanci e cada dalla seggiola). È meglio non fare uso di tovaglie oppure, se si usano, fissarle bene ai bordi del tavolo. Altrimenti i bambini possono strappare giù dal tavolo le tovaglie con bevande bollenti.

Disporre con cautela i cavi elettrici e non lasciarli penzolare da nessuna parte. L’ideale è assicurare le prese con gli appositi dispositivi che si applicano verso l’interno oppure utilizzare un adattatore FI.

Disporre tutto ciò che si può spostare e oggetti mobili al di fuori della portata del bambino. Fare attenzione che i giocattoli non siano provvisti di bottoni, parti piccole, biglie ecc. Gli oggetti di piccole dimensioni, infatti, non sono adatte per i bambini piccoli.

Custodire le sigarette, gli accendini e i fiammiferi in luoghi inaccessibili. Svuotare sempre subito i portacenere.

Gli olii eterei e quelli per le lampade devono essere muniti di una sicurezza per bambini e vanno conservati in un armadio chiuso a chiave. Per il bambino è una grande tentazione bere il liquido dei diffusori di essenze profumate.

I detergenti chimici vanno tenuti negli scaffali superiori degli armadi. I bambini piccoli sono curiosi e si divertono molto a svuotare gli armadi. Prodotti velenosi e acidi non devono essere mai versati per nessun motivo in contenitori familiari ai bambini, per esempio in bottiglie di succhi di frutta.

Mai lasciare in giro medicinali aperti oppure sui comodini.

Lo stesso vale per i sacchi di plastica e i sacchi della spazzatura che non vanno mai lasciati alla portata dei bambini poiché a loro piace infilarseli sulla testa!

Utilizzare soltanto colori e lacche non velenosi, ossia che non contengano sostanze nocive come il piombo o forti solventi (meglio utilizzare colori idrosolubili).

Tenere le piante da salotto come le stelle di Natale, i ciclamini, i filodendri e le begonie al di fuori della portata dei bambini oppure regalarle ad amici. In caso di dubbio è opportuno chiedere a un giardiniere!

Proteggere il piano di lavoro della cucina e i fornelli con un’apposita griglia in modo da evitare che il bambino si scotti. Lo stesso vale per camini aperti o per caminetti artificiali. Cucinare possibilmente sulle piastre posteriori. Rivolgere i manici delle padelle e delle pentole verso il muro. Gli sportelli dei forni si riscaldano facilmente quando si cuoce e quindi sono anch’essi una fonte di pericolo per scottature.

Vi sono già stati casi di bambini che si sono chiusi in frigoriferi, congelatori o anche in lavatrici. L’importante è dunque che le porte possano essere aperte anche dall’interno.

Quando si stira, fissare il cavo della corrente in modo sicuro per evitare di inciamparvi o che il bimbo lo raggiunga. Ai bambini piace toccare i ferri da stiro e questo, ovviamente, può provocare ferite gravi alle superfici interne delle mani. Mentre si raffredda, appoggiare il ferro da stiro in un punto inaccessibile.

I coltelli, le forbici, gli oggetti appuntiti e gli attrezzi rappresentano un’ulteriore fonte di pericolo. Questi ultimi dovrebbero pertanto essere utilizzati dai bambini soltanto sotto la supervisione di una persona adulta. Infilare i coltelli e le forchette nella lavastoviglie con la punta rivolta verso il basso.

Anche il giardino deve essere sicuro per i bambini. Dunque anche in questo caso conviene informarsi presso uno specialista riguardo ai generi di fiori e ai cespugli velenosi.

Non lasciare mai da solo un bambino piccolo quando gioca nell’acqua o quando fa il bagno. I bambini piccoli possono annegare in soli 10 cm di acqua.


Ulteriori informazioni importanti a tale riguardo sono reperibili presso l’Ufficio svizzero prevenzione infortuni, Posta upi per bambini, casella postale 8236, 3001 Berna.


swissmom e Hello Family

I consigli per la famiglia di Hello Family sono stati redatti in collaborazione con swissmom, il portale informativo su gravidanza, parto, neonati e bambini.

Vai al sito di swissmom