Aquilone

Costruire da soli un aquilone non è poi così difficile! Con un po' di aiuto e le nostre istruzioni scaricabili anche in formato PDF il successo è assicurato.

Cosa ti occorre:

  • 1 legnetto squadrato di 10 mm × 5 mm lungo 100 cm 
  • 1 legnetto squadrato di 10 mm × 5 mm lungo 80 cm 
  • trapano 
  • chiodi o puntine spesse 
  • carta velina o carta per aquiloni 
  • carta crespa 
  • righello 
  • filo di cotone 
  • colla per legno 
  • colla stick 
  • nastro adesivo per imballaggi 
  • spago e filo di perlon o spago per aquiloni 
  • coltellino
  • adesivi/pennarelli per decorare

Ecco come fare:

Incidi le estremità dei legnetti squadrati, con il coltellino (nel senso della lunghezza). Nei fori farai passare la corda. Utilizzando il trapano, pratica su ogni legnetto un altro foro di 2 mm di Ø a circa 15 cm dalle estremità per garantire la stabilità della struttura. Pratica inoltre un terzo foro per la coda nella parte inferiore del legnetto a circa 2 cm dall’estremità.


Disporre perpendicolarmente il legnetto più corto sopra l’altro e fissarlo con la collè per leguo a circa 30 cm dall’estremità superiore. Fissare il punto di incontro con il filo.


Con le istruzioni giuste è molto semplice costruire da soli un aquilone.

Far passare lo spago intorno alla struttura della croce sistemandolo nelle incisioni effettuate, assicurarsi che sia ben teso e chiuderlo con alcuni nodi sui lati.


Posizionare la struttura sul foglio di carta velina o sulla carta per aquiloni, disegnare la forma e segnare con un punto il centro della croce. Per rinforzare l’aquilone, fissare con il nastro adesivo il centro della croce e le estremità. Ritagliare la carta lasciando un margine di circa 3 cm, avvolgerlo intorno al filo e fissarlo con un po’ di colla. Se necessario, tagliare la carta in eccesso agli angoli o ripiegarla verso l’interno.


Bucare con un chiodo o un ago spesso ognuno dei fori praticati trapas sando anche il rivestimento di carta. Rigirare l’aquilone di modo che la parte esterna sia rivolta verso l’alto, quindi dare libero sfogo alla fantasia e decorarlo con adesivi, pennarelli e tanta creatività!


Coda: piegare «a fi sarmonica» un quadrato di carta crespa di circa 16 cm, ritagliare delle piccole strisce e fissarle alla stessa altezza su un filo lungo almeno 3 m. Legare saldamente il filo all’aquilone.


Consiglio:

Più forte è il vento e più lunga dovrà essere la coda: questa serve a dare stabilità all’aquilone.



Idea e testo: Vreni Müller; realizzazione: Fabio Pilon; foto: Heiner H. Schmitt