Vita quotidiana
Anaïs, blogger Hello Family

Come risparmiare energia elettrica tutti i giorni in famiglia

Lo sapevi che un apparecchio consuma energia anche quando rimane connesso in stand-by alla rete elettrica? Siamo noi a determinare i sovrapprezzi e possiamo evitarlo.

La maggior parte delle famiglie ha più di una dozzina di dispositivi elettronici e scollegarli tutti separatamente potrebbe risultare un po' laborioso. Un trucco per guadagnare tempo – e quindi ottenere un maggiore risparmio energetico in casa – potrebbe essere quello di raggruppare i dispositivi con una presa multipla in modo da disattivarli collettivamente. Per esempio, utilizzate una presa multipla per il PC, il monitor, la stampante e il router WiFi: lo spegnimento delle prese multiple costerà solo un paio di secondi al giorno e farà risparmiare parecchia energia all'anno sui conteggi. 

Ciò rende possibile una più attenta pianificazione del budget familiare, che tiene in maggior considerazione attività ludiche e tempo libero, come le visite al parco divertimenti o le vacanze in camper.

Risparmio energetico lavatrice e lavastoviglie

Esistono alcune accortezze su come risparmiare sulla bolletta della luce con gli elettrodomestici. Per esempio, è utile sapere che quasi tutti i capi d'abbigliamento possono essere lavati con ottimi risultati anche a 40° (insieme all'aumento della temperatura cresce anche l'impegno energetico); oppure – e ciò vale soprattutto per ridurre il consumo medio kwh in una famiglia di due o più persone – si può riempire a pieno carico ogni lavatrice per evitare di doverne fare di più è sempre una buona idea così come eliminare il prelavaggio se non è necessario. Appena i panni saranno puliti presta attenzione anche a come asciugarli. L'asciugatrice è da utilizzare solo se necessario: quindi quando il clima è freddo o umido e impostando i programmi alla massima temperatura solo quando serve.

Per risparmiare elettricità con la lavastoviglie, invece, sarebbe meglio evitare di inserire direttamente piatti e pentole all'interno della macchina quando – invece – andrebbero prima sciacquati manualmente per eludere il ciclo di lavaggio intensivo. Inoltre, è importante pulire correttamente il filtro per consentire un'efficienza maggiore ed evitare l'asciugatura con aria calda, basterà aprire lo sportello per ridurre il ciclo di lavaggio di circa 15 minuti e risparmiare così il 45% di energia.

Come risparmiare energia elettrica con forno elettrico e a microonde

Ricorda di ponderare le volte in cui apri il forno elettrico durante il suo funzionamento e prediligi sempre la cottura ventilata. Quest'ultima, infatti, fa circolare l'aria calda in modo uniforme in tutto il forno, permettendo non solo di velocizzare la cottura dei piatti ma anche di risparmiare sui tempi di funzionamento. Da evitare quando possibile è il preriscaldamento, in caso contrario bisogna prestare attenzione ai tempi, evitando di lasciare a lungo il forno acceso inutilmente. Altra buona abitudine per limitare il consumo medio di energia elettrica è quella di pulire il forno dopo ogni utilizzo così da mantenerlo sempre pulito: i residui di cibo provocano infatti un notevole dispendio di energia durante l'accensione.

Chi possiede un forno a microonde deve sapere che è un alleato per il risparmio energetico in casa poiché consuma la metà rispetto a quello tradizionale e i tempi di cottura sono decisamente inferiori (anche per un semplice scongelamento).

Risparmiare elettricità con il condizionatore

Nei periodi dell'anno con caldo e afa è difficile rinunciare a rinfrescare l'ambiente con il condizionatore. Tuttavia, per risparmiare energia in casa, è importante ricordarsi di accenderlo solo quando tutte le finestre sono chiuse e di prediligere sempre la modalità deumidificatore, più rispettosa dell'ambiente. Inoltre, ricordati sempre di spegnere il condizionatore quando sei fuori casa.

Lampadine a basso consumo energetico

Spegnere le luci non è l'unica soluzione per risparmiare sulla bolletta della luce. Una delle strategie più semplici da mettere in atto per ridurre il consumo medio di energia elettrica nella nostra abitazione è di pianificare l'illuminazione elettrica. L'illuminazione artificiale rappresenta, infatti, circa il 10-15% dei costi energetici domestici.

Per cominciare, si può apportare una modifica molto efficace dall'investimento contenuto: la sostituzione delle lampadine tradizionali a incandescenza o alogene con le nuove tipologie di lampadine a basso consumo (come i dispositivi LED), permettono di risparmiare elettricità. Nei vecchi modelli, infatti, solo il 10-15% dell'energia elettrica consumata viene resa in luce, il resto è trasformato in calore.

Altri articoli di Anaïs