La sesta settimana

Il vostro bimbo è felice di ogni minuto che passate con lui. Le coccole, il solletico, le carezze sono tutte cose che gli strapperanno un bellissimo sorriso.

Farsi le coccole e giocare insieme è una gioia per la mamma e per il bimbo.

Alla sesta settimana anche i giocattoli diventano sempre più importanti. Può trattarsi di semplici oggetti di casa, ma potete acquistare anche un cosiddetto «activity center», una palestrina, che grazie ai diversi colori, suoni e forme stimolerà il vostro bebè a muoversi. Fate in modo che anche sopra il lettino abbia sempre qualcosa da guardare, ad esempio una bella giostra colorata.

Ciuccio o pollice

Oltre al latte, alle coccole e al dondolio, la migliore possibilità per calmare un bebè che strilla è il ciuccio o il pollice, perché anche succhiare lo tranquillizza. Bambini ancora molto piccoli non riescono a muovere bene il pollice, dunque in questi casi è più adatto il ciuccio. Se scegliete di usare un ciuccio, controllate che l'impugnatura in plastica a cui è fissato sia grande abbastanza, in modo tale che il vostro bambino non rischi di inghiottirlo. Molti genitori sono stressati dal fatto che il succhiotto cada spesso a terra e lo legano a una cordicella che passa attorno al collo del bebè. Ma questo è pericoloso, perché il bambino può impigliarsi. Il succhiotto non dovrebbe nemmeno essere intinto nel miele o in liquidi zuccherati. Ciò non danneggia solo i denti da latte, ma anche la futura dentatura permanente.

Il taglio delle unghie

Le unghie del vostro bebè adesso possono essere tagliate. Si tratta di un'azione temuta sia dalla madre, sia dal bambino. In quanto mamma avete paura che le forbici possano scivolare e ferire il vostro bambino e per questo lo tenete fermo con decisione. Ma ciò non piace affatto al bebè. Tagliate diritto, affinché le unghie non si incarnino nel letto ungueale e, se possibile, tagliatele quando il vostro bambino dorme oppure dopo che ha mangiato. Cercate di distrarlo cantando o recitando filastrocche. Magari all'inizio fatelo in due, oppure fatevi mostrare come si fa da una puericultrice. In farmacia o in profumeria troverete particolari forbicine per bebè con punte arrotondate. Le unghie dei piedi crescono molto lentamente e per un po' di tempo non devono essere tagliate.

Ginnastica post-parto

Durante la gravidanza il vostro corpo ha affrontato molti sforzi e ha subito un vero e proprio turbinio ormonale. E anche il parto non è stato certo una passeggiata. Adesso, nelle ultime settimane, il vostro corpo si è rilassato. Se avete avuto un parto normale (senza taglio cesareo, senza complicazioni) potete iniziare a fare la ginnastica post-parto. Potete farla da sole, ma naturalmente anche in gruppo, sotto la guida di una ostetrica o di una fisioterapista. Se avete partorito con il taglio cesareo è forse meglio attendere fino al terzo/quarto mese dopo il parto. Il vostro corpo ha infatti bisogno di questo tempo per riprendersi dagli sforzi dell'operazione. La ginnastica post-parto si occupa soprattutto dei muscoli dell'addome, dell'intestino e del seno, sottoposti durante la gravidanza a grandi sforzi. I vostri seni sono fortemente cambiati durante la gravidanza, diventando grossi e pesanti. Allora è importante prevenire la perdita del tono muscolare tramite un reggiseno contenitivo. Speciali esercizi di ginnastica, docce fredde e una cura intensiva del corpo devono essere ora all'ordine del giorno. In tal modo eviterete anche complicazioni dell'allattamento come i capezzoli infiammati.

Momenti di intimità

Siete di nuovo pronte per il sesso? In teoria nulla ostacola a questo punto il rapporto sessuale, a meno che non vi sentiate ancora fisicamente a vostro agio. Parlatene apertamente con il vostro partner, se volete attendere ancora un po'. Le interruzioni notturne e le giornate faticose non favoriscono certo il desiderio sessuale. Ma il rapporto non deve risentire di tale situazione. Chiedete al vostro partner di aiutarvi. E cosa ne pensate di concedervi una baby sitter per poter trascorrere un paio d'ore libere nel vostro ristorante preferito?


swissmom e Hello Family

I consigli per la famiglia di Hello Family sono stati redatti in collaborazione con swissmom, il portale informativo su gravidanza, parto, neonati e bambini.

Vai al sito di swissmom

Pubblicità