Pulire correttamente i dentini di bebè e bimbi piccoli

L’igiene orale va curata sin dalla più tenera età. I denti da latte – che tengono il posto a quelli permanenti – tendono infatti a cariarsi. È perciò importante pulirli accuratamente sin dall’inizio. Hello Family vi spiega come fare.

Corretta igiene orale per bebè e bimbi piccoli

L’igiene orale va curata sin dallo spuntare dei primi dentini. Questi ultimi hanno infatti uno smalto più sottile di quelli permanenti e sono dunque particolarmente delicati. In presenza di carie può ad es. rendersi necessaria l’estrazione dei denti da latte, che cessano così di tenere il posto a quelli permanenti.  Onde evitare che con il tempo gli altri denti finiscano per occupare il posto del dente estratto, il dentista deve applicare un mantenitore di spazio – generalmente un dente artificiale debitamente fissato. In mancanza di quest’ultimo il dente permanente non ha alcuna possibilità di crescere sano, il che può sfociare in un errato posizionamento dei denti che a sua volta può compromettere la masticazione, alterare la pronuncia e modificare l’aspetto della dentatura.

Sin dal primo dentino è dunque importante che la cura dell’igiene orale divenga parte integrante della routine quotidiana del bimbo. La pulizia dei denti di bebè e bimbi piccoli rappresenta la miglior forma di prevenzione della carie e va eseguita con cura soprattutto prima di mettere a nanna il bambino. Durante il riposo notturno, infatti, nella cavità orale si accumula una maggiore quantità di acidi che possono intaccare i denti.

Dopo la pulizia serale dei denti è importante che il bambino non mangi più nulla. Anche il latte e i succhi di frutta vanno evitati, visto che contengono rispettivamente lattosio e fruttosio, dunque zuccheri. Il bambino potrà invece bere tranquillamente acqua o tisane alle erbe non edulcorate.

Pulizia dei dentini del bebè: solo con dentifrici per bambini

Poiché i denti da latte necessitano di cure specifiche, in commercio si trovano dentifrici studiati apposta per i piccoli. Di solito hanno un sapore più delicato rispetto a quello dei dentifrici per adulti. Evitate però quelli aromatizzati o dal sapore dolce. I piccoli si abituano infatti rapidamente a quest’ultimo e finiscono per esigere sempre più dolciumi. Il contenuto di fluoruro non deve superare lo 0,025%. È solo a partire dal 6° anno di vita che i bambini necessitano di maggiori quantità di fluoruro per proteggere lo smalto dei denti permanenti in arrivo.

Fluorid für die Zahnpflege bei Babys und Kindern

Stando ai più recenti studi, dopo la pulizia dei denti non occorre procedere al risciacquo. Tralasciando quest’ultimo il fluoruro agisce più a lungo sui denti e inibisce la proliferazione di batteri e la formazione di placca. Il fluoruro indurisce inoltre i denti rendendoli più resistenti agli acidi. In presenza di carie incipiente rimineralizza infine i denti e sigilla lo smalto.

Pulire i denti dei bebè: con che frequenza?

L’igiene orale va curata sin dallo spuntare del primo dentino. Se i denti sono ancora pochi, è consigliabile ricorrere a uno spazzolino «primi dentini». Simile a un dentaruolo, piace molto ai bambini, che amano masticarlo quando i nuovi denti stanno per erompere. Per cominciare, pulite delicatamente i denti del bimbo due volte al giorno usando un apposito dentifricio. Quando il piccolo avrà circa due anni potete insegnargli a pulirsi i denti da solo. Fino agli otto anni sarà però necessario che interveniate per completare la pulizia. A sei anni vostro figlio può iniziare a usare un dentifricio per adulti con il quale pulire i denti tre volte al giorno per tre minuti.

Come spronare i bambini a pulire i denti

Fintanto che il bimbo ha solo un paio di denti da latte, la pulizia di questi ultimi è compito vostro. Affinché il piccolo impari a compiere autonomamente questa operazione è importante che possa osservarvi il più spesso possibile mentre vi pulite i denti. Attorno ai 18 mesi di vita l’impulso a imitare gli altri è così forte che vostro figlio vorrà pulirsi i denti da solo. Dovrete comunque controllarlo o completare la pulizia.

Non sempre però tutto va come si vorrebbe: vi saranno giorni in cui vostro figlio farà di tutto pur di sottrarsi alla pulizia dei denti. In tal caso non spazientitevi. Non di rado risulta utile impostare la pulizia dei denti in maniera divertente. Raccontate ad es. a vostro figlio una storia di vostra invenzione, oppure leggetegli un libro sul tema. Potete anche chiamare in campo come «Co-pulitori di denti» le bambole o i peluche preferiti del bambino. Lavorate tranquillamente di fantasia ricordando di tenere presenti anche le proposte del bambino.