Viaggiare: portarsi a spasso il pancione!

Viaggiare durante la gravidanza è consentito. Qualche consiglio per rendere il viaggio piacevole.

Il pancione non impedisce di viaggiare.

Normalmente, vale a dire se non lo sconsigliano perdite di sangue, doglie anticipate o altre complicanze, i viaggi durante la gravidanza non sono controindicati. Potete tranquillamente scegliere, secondo le vostre esigenze, se viaggiare in auto, in treno o in aereo. 

Percorrere lunghi tragitti durante la fase iniziale o finale della gravidanza può risultare faticoso. Il secondo terzo della gravidanza è pertanto il periodo migliore per viaggiare. La stanchezza è in parte diminuita, così come le nausee, e il pancione non è ancora troppo ingombrante. Anche per vacanze in centri di benessere il periodo tra la 15a e la 30a settimana è l’ideale.

Ecco un paio di suggerimenti fondamentali:

  • Prevedete tempo sufficiente per il viaggio.
  • Frazionate il viaggio – se possibile – in più tragitti brevi.
  • Portate con voi degli spuntini sani (ad es. frutta, bastoncini al müesli) e da bere a sufficienza. Durante la gravidanza una riserva di liquidi è estremamente importante, soprattutto in viaggio. Acqua minerale e succhi di frutta diluiti sono la scelta ideale; se bevete caffè, accompagnatelo con un bicchierone d’acqua.
  • Non restate sedute troppo a lungo, ma alzatevi di tanto in tanto, per distendere le gambe e fare qualche passo. Durante i viaggi in auto dovreste prevedere una pausa ogni due ore, per muovervi un po’. In questo modo stimolate la circolazione delle gambe e prevenite il rischio di trombosi.
  • Un clima a cui non siete abituate, in particolare le temperature elevate, disturba la circolazione, già comunque provata dalla gravidanza. Sudando perdete preziosi sali minerali. Scegliete piuttosto regioni con un clima mite e senza escursioni termiche importanti.
  • I viaggi e le escursioni in montagna impegnative a una quota superiore ai 2500 m sono sconsigliati.
  • Le vacanze in riva al mare o al lago sono l’ideale, perché nuotare con calma è rilassante e fa particolarmente bene alle donne incinte. Le immersioni con le bombole sono fortemente sconsigliate; lo snorkeling è invece consentito.
  • Se siete costrette a viaggiare all’estero nella fase finale della gravidanza, sottoponetevi a un esame preventivo. Nel luogo del soggiorno dovrebbe essere disponibile una struttura medica ed essere garantite condizioni igieniche adeguate. Quando preparate un viaggio all’estero non dimenticate di osservare tutte le necessarie misure di prudenza (ad es. le vaccinazioni di viaggio consentite), per proteggervi contro infezioni alimentari e diarree nonché contro altre malattie infettive, ad esempio epatiti e malaria.

swissmom e Hello Family

I consigli per la famiglia di Hello Family sono stati redatti in collaborazione con swissmom, il portale informativo su gravidanza, parto, neonati e bambini.

Vai al sito di swissmom