Il sesto mese

A quasi mezzo anno di età un bambino è in grado di usare già molto bene le mani: riesce ad afferrare gli oggetti, a portarli a sé e, naturalmente, anche a farli cadere. È un gioco che lo diverte molto, soprattutto se voi li raccogliete.

Un bambino di sei mesi riesce già ad afferrare molto bene le cose.

La mobilità del vostro bebè migliora sempre più: adesso sa già rotolarsi da solo. Ciò amplia il suo raggio di azione e lo rende anche più soddisfatto di sé, perché non dipende più dagli altri. Ma a partire da questo momento non perdete mai più di vista il vostro bebè quando si trova disteso su una superficie sollevata (letto, fasciatoio ecc.), perché potrebbe cadere.

Mobilità

Potete già fare con il vostro bambino dei primi esercizi di mobilità. Essi favoriscono la circolazione, rafforzano i muscoli, facilitano il metabolismo e aiutano il vostro bambino a sviluppare una maggiore capacità di resistenza. Ma non dovete esagerare. Fate «allenare» vostro figlio finché si diverte. Da neonato il vostro bebè aveva un riflesso di sostegno e di marcia automatica. Rimaneva automaticamente in piedi, se lo sostenevate sotto le ascelle, oppure iniziava a fare passettini. A partire più o meno dal terzo mese questi riflessi non sono più presenti. Nel frattempo il vostro bambino riesce a sostenersi attivamente per un secondo sui piedi, se gli tenete le mani sotto le ascelle. Di norma sta come una ballerina sulle punte, perché anche il bebè alza i piedini. Se per lui è troppo stancante si lascia di nuovo cadere sulla posizione accoccolata.

Tutti queste fasi dello sviluppo vengono valutate di norma durante una visita pediatrica, assieme all'aumento del peso e dell'altezza. Se è in condizioni sane il vostro bambino farà ulteriori vaccinazioni, contro difterite, tetano, pertosse, Haemophilus influenzae tipo b e poliomielite.

Prime «conversazioni»

I bambini di sei mesi non solo sono felici di comunicare con altri, ma addirittura reclamano questi scambi. Anche se di quando in quando appare una certa timidezza nei rapporti con gli altri, essa non è ancora forte. La maggior parte dei bebè sorride a ogni persona vicina. E chi non restituirebbe il sorriso? Allo stesso tempo il bambino riconosce dalla vostra reazione se siete d'accordo o meno con le sue azioni. Presto non farà soltanto cose buone, pur di provocare una vostra reazione. Durante il primo anno di vita, si sviluppa un'interazione molto personale e inconfondibile tra una madre e il suo bambino. Il gioco preferito è di norma una sorta di conversazione nella quale alternativamente voi e il vostro bambino pronunciate suoni diversi. Può trattarsi ad esempio di versi di animali (bau bau, miao miao, qua qua ecc.). In questo caso chiedete: «Come fa il cane?», ecc. Così si amplia il suo repertorio di sillabe, che in un bambino di sei mesi è composto soprattutto da «ba», «ma» e «ga». Se il vostro bebè ciangotta tra sé e sé ascoltatelo attentamente, fate finta di capire tutto quello che dice e rispondetegli.


swissmom e Hello Family

I consigli per la famiglia di Hello Family sono stati redatti in collaborazione con swissmom, il portale informativo su gravidanza, parto, neonati e bambini.

Vai al sito di swissmom