Paura del pediatra – come superarla?

Strumenti mai visti, insoliti odori – non c’è da stupirsi se alcuni bimbi temono il medico. E contro la paura le belle parole servono a poco. Se un bimbo teme il pediatra, l’unica cosa veramente utile è prepararlo ad affrontare la visita e mostrarsi assolutamente calmi. Eccovi qualche consiglio.

Perché mio figlio ha paura del medico?

Difficilmente un bimbo che si appresta ad andare dal medico farà i salti di gioia. Alcuni però sono a dir poco in preda al panico – e questo perché l’ambiente o il medico stesso non gli piacciono, perché temono di provare dolore o perché hanno già vissuto qualche esperienza negativa durante una visita medica.

Prendete sul serio la paura di vostro figlio. Se già strada facendo inizia a piangere, urlare e divincolarsi, meglio rimandare l’appuntamento. Costringere il bambino a sottoporsi a una visita può accrescere le sue paure, con il risultato che anche da adulto continuerà a temere i medici. La soluzione non può però essere quella di annullare ogni visita o evitare qualsiasi appuntamento dal dottore.

Come aiutare il bimbo a superare la paura del medico

Come in molte delle situazioni quotidiane che il vostro piccolo è chiamato ad affrontare, anche per sottoporsi senza paura a una visita medica è indispensabile una buona dose di fiducia. Il bimbo deve essere consapevole del fatto che dal medico non accadrà nulla di terribile e che al suo fianco ci sarete voi, pronti a proteggerlo qualora necessario. Per raggiungere questo obiettivo occorre preparare adeguatamente il piccolo e parlargli in modo chiaro.

Prevenire la paura del medico preparando adeguatamente il bimbo

Il fatto che prepariate o meno vostro figlio ad affrontare una visita medica e il modo in cui lo fate incidono fortemente sul suo stato d’animo. Se fate dell’imminente appuntamento un affare di Stato, vostro figlio potrebbe iniziare a innervosirsi. Se invece non lo preparate affatto, sarà colto dalla paura dell’ignoto. Eccovi qualche consiglio su come impedire che vostro figlio abbia paura:

  • Libri illustrati e valigetta del dottore: cosa fa esattamente un pediatra? Cosa succede in uno studio medico? Un libro illustrato può aiutarvi a dissipare i dubbi di vostro figlio. Con una valigetta del dottore e qualche animale di pezza il piccolo può inoltre calarsi nei panni del medico e iniziare a prendere confidenza con stetoscopio, siringa & Co. Affronterà così la prossima visita con maggior sicurezza e forse persino con un pizzico di curiosità.
  • Una visita medica non è nulla di particolare: fate capire a vostro figlio che non c’è motivo di temere il pediatra dandogli il buon esempio. A questo scopo portatelo con voi quando andate dal medico. Approfittate inoltre delle visite di controllo – che generalmente sono assolutamente indolori – per far sì che il bimbo prenda confidenza con il medico e con l’ambiente dello studio. Non fate apparire la visita medica come un evento straordinariamente importante. Vostro figlio deve imparare che andare dal dottore è la cosa più normale del mondo, un po’ come lavare i denti. Il medico cesserà così di essere sinonimo di malattie e dolore.
  • Attrezzarsi bene: visto che una vaccinazione può anche far male, meglio portare con sé qualcosa con cui consolare il bambino. Con il peluche preferito o l’amato ciuccio riuscirete a calmarlo e a infondergli sicurezza.
  • Annunciare una visita medica in programma: onde evitare che il bambino rimugini troppo finendo per aver paura, evitate di annunciargli con troppo anticipo un trattamento doloroso. Poco prima dell’appuntamento spiegategli però con franchezza cosa lo aspetta. Potete ad es. dirgli: «Il medico ti vaccinerà e l’ago della siringa ti pungerà un pochino». Evitate invece frasi come: «Non ti farà tanto male». Con affermazioni del genere, infatti, non fate che far sorgere nel piccolo il dubbio che ad attenderlo vi possa essere proprio un’esperienza dolorosa.

Calma e franchezza per combattere la paura

Vostro figlio ha paura del medico? In tal caso soffermatevi innanzitutto a riflettere sul vostro stesso atteggiamento. Mostrandovi troppo inquieti o eccessivamente in pena per vostro figlio non fate che instillargli il dubbio che stia andando incontro a qualcosa di preoccupante. Se non riuscite a stare calmi, fatevi accompagnare da qualcuno che sia in grado di smorzare la tensione (ad es. la nonna).

Durante la visita spiegate a vostro figlio cosa sta succedendo. Da uno studio condotto in Australia è emerso che per aiutare un bambino a gestire la paura del pediatra è più utile fornirgli delle spiegazioni che non cercare di distrarlo. Anche la prospettiva di ricevere una piccola ricompensa può però aiutare il bambino ad accettare di buon grado una procedura dolorosa. L’importante è fargli capire che è al sicuro e che non può succedergli nulla di grave.

Se la paura del medico prende il sopravvento

E se nulla riesce a tranquillizzare il bambino? In tal caso non vi resta che aspettare. Forse il piccolo non è dell’umore giusto, oppure sta attraversando la fase in cui ha paura degli estranei. Spesso può essere utile anche solo spostare l’appuntamento e riprovare in un secondo momento.

Il medico va cambiato solo se vostro figlio mostra segni di panico al pensiero di doversi recare da un determinato pediatra. Ricordate infatti che ad ogni cambio di medico occorre alimentare la fiducia del bambino partendo da zero.

Raccolta: pista d'acqua AquaPlay

Con l'acquisto di dodici confezioni di pannolini Pampers vi regaliamo una pista d'acqua AquaPlay del valore di fr. 79.95.