L’addome dopo la gravidanza

Per ben nove mesi la futura mamma segue orgogliosa l’inarrestabile crescita della pancia. Poco dopo il parto, tuttavia, spesso quella stessa pancia le appare come un difetto. Scoprite con noi come favorire la rigenerazione della muscolatura addominale dopo la gravidanza.

Gravidanza e parto: per il corpo un’autentica sfida

Gravidanza e parto sono eventi che segnano il corpo femminile producendo molti cambiamenti, p.es. della pelle e delle forme di seno e pancia. Una delle zone più critiche è l’addome, che dopo la nascita del bimbo fatica generalmente a riacquistare tonicità.

Chili di troppo e smagliature non giovano certo all’umore. Ma se dopo il parto anche la pancia fatica a tornare piatta e tonica, ecco farsi spazio delusione e amarezza.

Non siate troppo dure con voi stesse. Negli ultimi mesi il vostro corpo si è superato. Ora ha bisogno di tempo per rigenerarsi: concedeteglielo! Per poter ospitare il bimbo in crescita, i muscoli e la pelle dell’addome si sono notevolmente dilatati. Affinché tornino come prima ci vorrà un po’ e nel frattempo la pancia apparirà meno tonica di un tempo.

Ricordate che durante la gravidanza il solo utero diventa venti volte più grande del normale. Dopo il parto le sue dimensioni si riducono, ma perché tornino come prima occorre qualche settimana. 

Tornare in forma dopo la gravidanza

«La pancia impiega nove mesi per crescere e nove mesi per andarsene» – in questo vecchio modo di dire si nasconde una grande verità. La pancia non scompare infatti da un giorno all’altro. Cercate dunque di essere pazienti e rimboccarvi le maniche, naturalmente senza eccedere. Ginnastica postparto, esercizi mirati e un’alimentazione equilibrata vi aiuteranno a liberarvi dei chili di troppo e restituiranno tonicità all’addome.

Ricordate però che per quanto possiate tornare in forma, eliminare per intero i segni lasciati dalla gravidanza sarà impossibile. Le smagliature addominali, p.es., sono quasi sempre indelebili. Ma non temete: con il passare del tempo tendono a schiarire. Per favorire la rigenerazione del tessuto connettivo dell’addome potete ricorrere a dei delicati massaggi con lozioni idratanti od oli per il corpo.

Combattere i chili di troppo allattando

L’allattamento comporta numerosi vantaggi – non da ultimo quello di aiutare la neomamma a tornare in forma. Per produrre latte, infatti, il corpo attinge direttamente alle riserve adipose bruciando in breve tempo molte calorie. E ciò finisce per incidere positivamente anche sull’aspetto della zona addominale. Allattando si rafforza inoltre il legame mamma-bimbo – e questa è in fin dei conti la cosa più importante.

Ginnastica postparto per addome, bacino e schiena

Eseguendo degli esercizi mirati di ginnastica postparto è possibile rafforzare la muscolatura del corpo intero – dall’addome al bacino e dalle gambe alla schiena. Se il parto si è svolto senza complicazioni, già dopo qualche giorno potrete iniziare a ritagliarvi un po’ di tempo per fare qualche semplice esercizio di tonificazione muscolare o delle passeggiate. Ma non siate precipitose: se avete subito un cesareo o l’incisione del perineo, prima di cominciare a fare ginnastica postparto lasciate che passino 6-8 settimane. A quel punto potrete frequentare un apposito corso presso una clinica o palestra della vostra zona.

Esercizi per tonificare l’addome dopo la gravidanza

Vi siete ormai abituate alla nuova vita in compagnia del bebè e la ginnastica postparto sta dando i primi frutti? In tal caso potete iniziare a tonificare l’addome anche con altri tipi di attività fisica. Nuoto, pilates, yoga, walking, esercizi addominali... le opzioni non mancano. Potete anche riprendere lo sport praticato prima della gravidanza. L’importante è che diate sempre ascolto al vostro corpo: se alcuni esercizi vi risultano troppo faticosi, fatene di meno impegnativi.

Raggiungere l’obiettivo grazie a un’alimentazione sana ed equilibrata

Affinché l’addome torni a essere quello del periodo pregravidanza, è importante seguire una dieta sana ed equilibrata, ricca di proteine, frutta, verdura e prodotti integrali. Soprattutto nei primi mesi di vita del bebè ciò può risultare complicato. A fronte di stress, stanchezza e difficoltà ad abituarsi alla nuova situazione, basta poco per dimenticare i buoni propositi. Cercate però di non gettare la spugna e di fare il possibile affinché mangiar sano diventi un’abitudine.

Per finire, qualora dopo la gravidanza l’addome non dovesse tornare tonico come un tempo, non fatevene un cruccio. Se anche la vostra pancia non è da copertina, il motivo per essere felici c’è – e sta dormendo come un angioletto nella sua culla.