Incidenti domestici: una casa «a misura di bambino»

I genitori non dovrebbero sottovalutare il pericolo di incidenti domestici al quale esposto ogni bambino in casa. Ancor più importante è predisporre per tempo una casa interamente «a prova di bambino».

Come procedere?

Dalle prese elettriche all'armadietto dei detersivi, ogni abitazione nasconde dei pericoli per il bambino.

Tra le mura domestiche si annidano molti pericoli. Alcuni si possono evitare con apposite soluzioni per la protezione dei bambini. 

Prevenzione e prudenza sono fondamentali quando è in gioco la sicurezza del bambino. Cercate di rendere sicuro l’ambiente domestico, anticipando ogni rischio ancora prima della nascita del bambino, al più tardi a partire dall’8° mese di vita, quando il bambino inizia a gattonare.

Per poter valutare dove si nascondono i pericoli in casa, i genitori dovrebbero assumere il punto di vista del bambino: in ginocchio o stesi sul pavimento possono vedere tutto quello che è alla sua portata e che potrebbe quindi catturare la sua attenzione. Ci riferiamo a prese elettriche, cavi di elettrodomestici o oggetti che il piccolo potrebbe essere indotto a portare alla bocca. Esistono però anche molte fonti di pericolo in casa che da adulti tendiamo a non prendere affatto in considerazione. Per questo in nessun caso una sicurezza bambini può sostituire la vigilanza da parte dei genitori. Una raccomandazione che vale ancor di più quando si è ospiti a casa di amici e di conoscenti con il bambino. 

Principali fonti di pericolo

Diverse fonti di pericolo possono essere neutralizzate acquistando speciali dispositivi di sicurezza per bambini.

Per evitare che i piccoli aprano da soli le finestre o le porte dei balconi è opportuno equipaggiarle con maniglie dotate di serratura. Si acquistano nei mercati edili e possono facilmente sostituire quelle normali. Una soluzione di questo tipo contribuisce a rendere molto più sicuri i locali domestici, specialmente la cameretta.

Le prese elettriche sono una vera e propria attrattiva per i bambini che potrebbero introdurre le dita nei fori, rischiando così la vita. Per scongiurare questo rischio tutti i punti presa devono essere coperti da appositi copri-fori che impediscano ai bambini di infilarci qualsiasi cosa. Esistono in commercio speciali inserti che permettono di utilizzare le prese nonostante la presenza del copri-fori.

Scale, porte ed eventualmente anche il balcone possono essere protetti dall’accesso dei bambini con uno speciale cancelletto, la cui altezza non deve essere inferiore a 120 cm. Le ringhiere devono essere abbastanza strette da non permettere al bambino di infilarci la testa.

Spesso si tende a sottovalutare la pericolosità di apparecchi come i piani di cottura e il forno per i bambini. Una speciale barriera impedisce che i bambini facciano cadere pentole e padelle o appoggino la mani sulla piastra incandescente. Il vetro del forno può essere messo in sicurezza con un’ulteriore griglia.

Chi possiede un camino deve renderlo sicuro, evitando che il bambino, avvicinandosi, rischi un’ustione. La migliore soluzione è una grata di sicurezza flessibile.

Occorre prestare attenzione anche ad altre fonti di calore a contatto con le quali il bambino potrebbero bruciarsi o scottarsi. Tra queste liquidi bollenti come tè, caffè o anche minestre che dovrebbero essere tenute fuori dalla portata dei bambini. Anche le lampadine alogene non protette delle lampade potrebbero causare scottature. Lo stesso dicasi per caloriferi e candele accese.

Pericoli da sostanze tossiche velenose

Una grande fonte di pericolo in casa è rappresentata dalle sostanze velenose. Tra queste detergenti, saponi, oli per lampade, concimi per fiori, detersivi e insetticidi. Tutti questi prodotti vanno conservati in un armadio chiuso a chiave. Un rischio simile proviene da molti medicamenti che non dovrebbero mai essere lasciati in giro per casa aperti.

Se amate le piante da appartamento, informatevi bene su quali sono velenose. I bambini in età infantile tendono a portare ogni cosa alla bocca. Le foglie e i fiori caduti possono rapidamente trasformarsi in una fonte di potenziale pericolo.

Se ingoiate, sigarette e mozziconi possono essere letali per i bambini. La cosa migliore sarebbe bandire completamente il fumo da casa. Chi non intende farlo, dovrebbe fare in modo che sigarette e posacenere siano conservati in un luogo lontano dalla portata dei bambini.

Pericoli ai quali non si pensa

Ci sono fonti di pericoli alle quali un neogenitore non sempre pensa. Gli spigoli e gli angoli vivi di mobili per esempio sono rischiosi, perché i bambini potrebbero sbattervi la testa. Tavoli e armadi possono essere resi sicuri dotandoli di appositi copri-spigoli. Prima di acquistare mobili nuovi, assicuratevi che non presentino rischi da questo punto di vista. In linea di massima i mobili per bambini devono rispondere a questo standard. I cassetti e le ante degli armadi possono essere dotate anche di speciali sicurezze bambini.

Non lasciate mai bambini e bebè incustoditi, mentre sguazzano o fanno il bagnetto nella vasca e in piscina. Potrebbero annegare anche in 10 cm di acqua! Fino a quando il bambino non avrà una certa età, è consigliabile anche togliere la chiave dalla porta della cameretta. Il rischio è che si chiuda dentro e che voi perdiate il controllo su quello che sta facendo. 

Anche elettrodomestici, sacchetti di plastica e oggetti appuntiti vanno conservati in luoghi fuori dalla portata del bambino. Per ulteriori consigli sulla protezione dei piccoli in casa potete rivolgervi all’Ufficio prevenzione infortuni, upi.