L’inserimento all’asilo e a scuola

Anche a noi adulti capita spesso di sentirci spiazzati ogniqualvolta ci troviamo ad affrontare una situazione nuova. Proviamo un misto di gioia e disagio dovuto alla mancanza di progettualità e all’incertezza che ci attende, spesso accompagnato da un po’ di paura.

Quando ad agosto iniziamo a inserire i nostri figli all’asilo o a scuola, possiamo decidere di mandarli allo sbaraglio o di prenderli delicatamente per mano e tentare, con qualche trucchetto, di rendere loro meno traumatico il distacco da casa e dalla propria «comfort zone».

  • Se fino ad allora il bambino non è ancora mai stato seguito da un estraneo all’interno di un asilo diurno o in di un gruppo giochi, è opportuno abituarlo gradualmente a questa situazione, affidandolo per esempio per qualche ora al padrino, ai nonni o a un'amica durante le vacanze estive.
  • Esistono un’infinità di libri illustrati che lo aiutano a familiarizzare con l’esperienza dell'asilo. Uno dei trucchi che persuade anche i bambini più scettici è dire loro che anche gli amichetti verranno all'asilo.
  • Parlate con il bambino dell'asilo o della scuola. Raccontategli di quando ci siete andati voi da piccoli, di quello che facevate e di come era scandita la giornata. Cercate di concentrarvi il più possibile sui ricordi positivi.
  • Procuratevi con il bambino tutto l’occorrente per l’asilo o la scuola: portamerenda, borraccia, borsa per l'asilo, cartella, matite, indumenti per la ginnastica e sacca per l’attività sportiva; servirà ad accrescere il suo interesse e la sua curiosità.
  • Alcuni asili, e anche scuole, organizzano di mattina degli «open day»: andateci con vostro figlio. Se l’istituto che avete scelto non prevede simili iniziative, chiedete di poter dare un’occhiata.
  • Prima delle vacanze estive molte scuole e asili organizzano feste estive, portateci vostro figlio, lo aiuterete ad ambientarsi un po’.
  • Fate con lui la strada che porta all’asilo o a scuola in modo che ci si possa abituare. Visitate il cortile della scuola, i dintorni e l’area destinata alla ricreazione.
  • Se vi hanno già dato l’elenco dei suoi futuri compagni di scuola, invitatene un paio a giocare, così che si possano conoscere prima.
  • Allestite assieme al bambino uno spazio accogliente dove potrà fare i compiti.
  • Cercate di abituarlo sin dalla prima settimana di vacanza a svegliarsi puntuale la mattina, il primo giorno di scuola non si sentirà sopraffatto.

Nadja, blogger di Hello Family