Vita quotidiana
La blogger di Hello Family Deborah

Una giornata tutta per il papà

La Festa della Mamma è una tradizione ormai consolidata. Quella del papà invece? E poi, ce n'è proprio bisogno? Secondo me sì! Qui vi spiego perché anche il papà merita una giornata «tutta per sé» e quali regali scegliere per festeggiarlo in famiglia.

Il 7 giugno è la Festa del Papà. Festa del Papà? Sì, avete capito bene! Si tratta dell'equivalente meno conosciuto della ben nota Festa della Mamma, che si celebra la 2a domenica di maggio. In quest'occasione tocca finalmente ai papà essere viziati e coccolati.

In Germania la Festa del Papà si festeggia da ormai più di un secolo. Per l’occasione i papà girano in gruppo per bar e locali, dove bevono in genere ben più di una semplice birretta. I tedeschi celebrano questa festa il giorno dell'Ascensione, il che ne fa, seppur indirettamente, una festività (ufficiale). Anche in Austria la Festa del Papà va acquistando una crescente popolarità. E in Svizzera?

Festa del Papà: in Svizzera una ricorrenza ancora poco conosciuta

Da noi questa festività è stata introdotta soltanto poco più di 10 anni fa e cade la prima domenica di giugno.

Per quanto mi riguarda, anche i papà svizzeri meritano di essere ringraziati con una giornata tutta dedicata a loro. In fin dei conti al giorno d’oggi prendersi cura della famiglia e dei bambini non è più un compito di esclusiva competenza delle mamme e, in fatto di accudimento sia dei bambini che della casa, i papà stanno assumendo sempre più responsabilità.

La Festa del Papà in casa nostra

Leggendo le mie argomentazioni a favore della Festa del Papà, mio marito non sarebbe assolutamente d'accordo: «Stupidaggini! Non serve nessuna festa. E comunque non è che un’altra invenzione dei fiorai». Ma onestamente a me non importa nulla di chi ha inventato questa festività e di cosa ne pensa mio marito: che gli piaccia o no, e proprio perché è così incredibilmente modesto e privo di pretese, in casa nostra trasformeremo di questa giornata in una festa coi fiocchi.

Il mattino lo lasceremo dormire tranquillo e gli prepareremo il suo dolce preferito. Se intendiamo fargli un regalo? Personalmente, non penso che sia obbligatorio regalare le classiche «cose da uomini». Davvero un papà ha bisogno di un set da birra, un trapano o una pinza per grill solo perché è la sua festa? In casa nostra, se proprio si decide di fare un regalo, si opta per qualcosa di personale, che viene dal cuore e fa piacere al papà. Io e i bambini realizzeremo quindi un originale regalo fai-da-te oppure un bel disegno.

Tempo: il migliore dei regali

Per noi come famiglia, avere del tempo da trascorrere insieme è ben più importante di un regalo materiale. Per questa ragione, il nostro regalo per la Festa del Papà sarà il seguente:

Faremo senz'altro una bella gita, una che piaccia non solo ai bambini, ma anche e soprattutto al papà. Come visitare il museo dei dinosauri di Aathal, oppure fare un’escursione in bicicletta nella Valle della Sihl. Non abbiamo intenzione di attraversare mezza Svizzera, ma di goderci una giornata tranquilla e rilassata. Per l’occasione naturalmente spingerò io il rimorchio con i bimbi. Ci mancherebbe altro che, nel giorno della sua festa, il papà debba anche sudare! Una volta raggiunto il suo posticino preferito, mio marito avrà l’onore di accendere un bel fuoco, grigliare pane attorcigliato e cervelas e tenere vive le fiamme per tutto il tempo che vuole.

E una volta a casa, il festeggiato potrà fare quello che gli piace: andare a correre, oppure uscire con gli amici senza doversi preoccupare di tornare a un determinato orario. Anche i papà, infatti, hanno spesso poco tempo da dedicare a se stessi.

Nel caso in cui per la Festa del Papà non dovesse ancora essere possibile fare escursioni o il tempo non fosse dei migliori, trascorreremo una tranquilla giornata a casa, magari guardando un film Disney con i bambini e mangiando una pizza sul divano.

Grazie: una parola da pronunciare ogni giorno

Ancor più importante del celebrare la Festa del Papà (e quella della mamma) regalando e regalandosi del tempo, sarebbe però secondo me cercare di far confluire sistematicamente nella nostra quotidianità una parte di queste riflessioni.

Dovremmo ripeterci ogni giorno quanto ci vogliamo bene e quanto apprezziamo il lavoro che l’altro compie per il bene della famiglia. È una cosa che tutti ci meritiamo!

Altri articoli di Deborah