Anaïs, blogger Hello Family

Musica e bambini: un'attività alternativa allo sport

«Gli esseri umani sono gli unici mammiferi in grado di creare musica.» È una frase che mi ha sempre colpita. I bambini sono attratti da tutti i suoni e senz'alto uno strumento musicale è una valida alternativa allo sport.

Perché scegliere la musica?

I bambini non sono tutti uguali e pertanto alcuni di loro potrebbero essere a più agio con uno strumento musicale in mano piuttosto che una palla da basket. 

La musica è fondamentale nello sviluppo del cervello del bambino. Essa aiuta ad affinare le capacità di astrazione, aumenta le competenze analitiche, matematiche e linguistiche. Quando poi i bambini imparano la musica, attraverso lo studio di uno strumento, affinano la concentrazione, l’autocontrollo e l’attenzione.

Molto prima che il neonato sia in grado di comprendere la lingua, capisce la musicalità che è al suo interno. Fin dal concepimento è immerso nei suoni del corpo della madre ed è raggiunto dal suono della sua voce. Dopo la nascita ritrova gli stessi suoni e, prima di arrivare a capirne il significato, ne apprezza la musicalità.

La musica ha anche un ruolo nello sviluppo affettivo-cognitivo, infatti i genitori e le persone che si occupano della cura dei bambini sanno che cantare per i bambini e suonare per loro aiuta a tranquillizzarli e a creare un rapporto più stabile, rafforza il legame e crea una sensazione di benessere e armonia.

Come stimolare l’intelligenza musicale?

Da circa 3 anni di età si possono proporre delle canzoncine, suonare semplici strumenti. Anche il ballare e muoversi al ritmo di musica è una valida alternativa per capire se nostro figlio è interessato al suono. Quando il bambino sarà poi più grandicello e in grado di riconoscere le note possiamo iscriverlo ad un gruppo di coro oppure fargli imparare a suonare uno strumento vero e proprio.

Qual è lo strumento più adatto?

Esistono moltissimi strumenti musicali e far scegliere al bambino è davvero difficile. Sicuramente uno strumento molto immediato nell'apprendimento è il pianoforte, che aiuta anche la coordinazione della mano destra e sinistra. Il violino richiede invece un bambino con un temperamento riflessivo e tranquillo, in quanto richiede molta precisione, mentre la batteria o il tamburo possono essere un bel modo per scaricare la tensione di un bambino troppo vivace, aiutando allo stesso tempo la coordinazione. 

Altri articoli di Anaïs