Gravidanza e bebé
Anaïs, blogger Hello Family

Babyblues: cos'è e come affrontarlo

l baby blues è un disturbo transitorio che interessa quasi il 70% delle neomamme durante la prima settimana dopo il parto. È un fenomeno caratterizzato da una forte labilità emotiva, imputabile al crollo degli ormoni del periodo della gravidanza. Ecco a voi alcuni rimedi per affrontarlo:

Il sonno

Una delle prove più difficili da superare per una neomamma è la mancanza di sonno, o il sonno continuamente interrotto. Questo, a volte, è uno dei fattori che accentua il baby blues. Cercate di sfruttare il più possibile i pisolini del vostro cucciolo per dormire. Se poi avete bisogno di una o due ore di sonno senza interruzioni fatevi aiutare da chi può stare con il bambino.

Il movimento

Un'altra regola d'oro contro la tristezza è uscire di casa per una passeggiata. Vestirsi, preparare il neonato e prendere una boccata d'aria è un vero toccasana. Non temete le fredde temperature: anche ai neonati fa bene uscire all'aria aperta, l'importante è coprirli molto bene o tenerli in una fascia portabebè. Cercate di fare una passeggiata ogni giorno.

Socializzare

Un aperitivo o un'uscita a cena risultano quasi impossibili nelle prime settimane dopo il parto. Questo non vuol dire azzerare completamente la vostra vita sociale! Chiamate un'amica che sapete essere libera la mattina o il pomeriggio, o anche le vostre compagne di corso preparto. Unite alla passeggiata giornaliera una colazione fuori casa con una chiacchierata senza pensieri.

Shopping

Coccolatevi e prendetevi cura di voi stesse anche con un piccolo acquisto, anche di poca entità. Questo non è il momento di concedervi un nuovo capo di abbigliamento visto i cambiamenti del vostro corpo, quindi concentratevi su un accessorio o un nuovo cosmetico.

Per tutte queste cose non abbiate paura di far partecipare il vostro bimbo: in caso di bisogno potete cambiarlo o allattarlo ovunque, basta organizzarsi. Ricordatevi infine che non c'è nulla di male nel chiedere aiuto. 

Plus d'articles écrits par Anaïs