FAQ

Per una buona crescita dei bambini è importante anche un'alimentazione sana. Nel nostro elenco di FAQ rispondiamo alle principali domande in materia di alimentazione, sostanze nutritive e abitudini alimentari.

La questione se sia più sano il burro o la margarina come grasso da spalmare viene discussa sovente, anche perché il tenore di grasso di entrambi è equivalente.

Fonte: Kinderernährung heute – Zwischen Fastfood und Vollkorn [L'alimentazione dei bambini oggi – Tra fast food e prodotti integrali] (Cordula Melchior / Servizio specializzato in Dietetica Coop)

A partire dal 5° o 6° mese di vita si può iniziare a dare al proprio piccolo, oltre al latte materno, anche cibi solidi. Dal sesto mese in poi, infatti, il latte materno o i preparati a base di latte acquistati non bastano più per l’alimentazione di un neonato.

Fonte: Kinderernährung heute – Zwischen Fastfood und Vollkorn [L'alimentazione dei bambini oggi – Tra fast food e prodotti integrali] (Cordula Melchior / Servizio specializzato in Dietetica Coop)

Non solo i genitori, ma anche gli esperti hanno difficoltà a definire il sovrappeso nei bambini. I primi sintomi sono dei pronunciati cuscinetti di grasso all’altezza dello stomaco, dei fianchi, del petto e del collo.

Fonte: Kinderernährung heute – Zwischen Fastfood und Vollkorn [L'alimentazione dei bambini oggi – Tra fast food e prodotti integrali] (Cordula Melchior / Servizio specializzato in Dietetica Coop)

Basta un'occhiata a quanto riportato sulle confezioni di Cornflakes, Rice Krispies & Co. per rendersi conto di come molti di questi prodotti contengano oltre 20 g di zucchero per 100 g di prodotto e vadano pertanto classificati come dolciumi. Non occorre che vietiate al vostro bambino di consumare questo tipo di cereali. Se però divengono parte dell'alimentazione quotidiana, il bambino si abituerà al loro sapore e finirà per assumere un'eccessiva quantità di zuccheri.

Se è abituato a consumare cereali edulcorati lo si può progressivamente «disabituare». Al prodotto zuccherato aggiungete, a seconda dei gusti, fiocchi d'avena, noci o frutta fresca. Con il passare del tempo aumentate la quantità di questi ultimi e riducete quella dei cereali edulcorati.

Fonte: Kinderernährung heute – Zwischen Fastfood und Vollkorn [L'alimentazionedei bambini oggi – Tra fast food e prodotti integrali] (Cordula Melchior / Servizio specializzato in Dietetica Coop)

«Non mi piace!» Chi non conosce questo genere di rifiuto? Chi desidera rendere appetitosi ai bambini alimenti sani non può convincerli solo con argomenti basati sulla ragione. Per i bambini il cibo deve essere soprattutto variopinto, gustoso e ridente!

Fonte: Kinderernährung heute – Zwischen Fastfood und Vollkorn [L'alimentazione dei bambini oggi – Tra fast food e prodotti integrali] (Cordula Melchior / Servizio specializzato in Dietetica Coop)

Il fattore principale di una cucina equilibrata è una buona organizzazione. L’ideale è pensare già durante il weekend a quello che si desidera cucinare nelle prossime 1–2 settimane.

Fonte: Kinderernährung heute – Zwischen Fastfood und Vollkorn [L'alimentazione dei bambini oggi – Tra fast food e prodotti integrali] (Cordula Melchior / Servizio specializzato in Dietetica Coop)

La carne fornisce al corpo, oltre alle preziose proteine, anche molto zinco, ferro e vitamina B. Tuttavia non è necessario mangiare tutti i giorni carne. La Società Svizzera di Nutrizione raccomanda di mangiare al massimo cinque volte alla settimana 40–85 grammi di carne.

Fonte: Kinderernährung heute – Zwischen Fastfood und Vollkorn [L'alimentazione dei bambini oggi – Tra fast food e prodotti integrali] (Cordula Melchior / Servizio specializzato in Dietetica Coop)

Le bibite light sono più povere di calorie rispetto a quelle zuccherate; molte sono persino prive di calorie. Per le persone a cui non piace nient’altro, esse possono dunque rappresentare un’alternativa, in particolare se si desidera dimagrire.

Fonte: Kinderernährung heute – Zwischen Fastfood und Vollkorn [L'alimentazione dei bambini oggi – Tra fast food e prodotti integrali] (Cordula Melchior / Servizio specializzato in Dietetica Coop)

Non ha senso vietare i dolci, nemmeno ai commensali «cicciottelli». I bambini hanno una predilezione innata per i dolci, perché l’istinto ci dice che i cibi dolci presenti in natura non sono mai tossici. 

Fonte: www.coop/gesundgeniessen.ch/Coop Fachstelle Ernährung

Tavola apparecchiata, piatti guarniti con cura e buon umore fanno di ogni pasto un momento speciale. Mangiare insieme non significa soltanto consumare del cibo, ma anche stare in compagnia, parlare nonché imparare e praticare le buone maniere.

Fonte: www.coop/gesundgeniessen.ch/ Coop Fachstelle Ernährung